La Valle Santa e San Francesco: itinerario alla scoperta dei 4 santuari

La-Valle-Santa-e-San-Francesco

Itinerario alla scoperta dei quattro santuari della Valle Santa reatina sulle tracce di San Francesco d’Assisi

L’itinerario alla scoperta della Valle Santa reatina, sulle tracce di San Francesco, si articola attraverso la visita ai quattro santuari francescani nei luoghi dove il “Poverello di Assisi” ha trascorso l’ultimo periodo della sua vita.

I santuari disposti a forma di croce sono a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro. Tuttavia è necessario fermarsi almeno due o tre giorni per visitare tutti i santuari e svolgere i percorsi escursionistici dove anche San Francesco ha guidato i suoi frati.

La Valle Santa reatina sulle tracce di San Francesco d’Assisi

1 | Poggio Bustone
2 | Fontecolombo
3 | Greccio
4 | La Foresta

1 | Poggio Bustone 

Nell’estate del 1208 San Francesco e i frati lasciarono Assisi, alla volta della Valle reatina, e come prima tappa raggiunsero Poggio Bustone possedimento dei monaci benedettini di Farfa. Questo è il luogo dove San Francesco fa pace con la sua storia e il suo passato e trova misericordia presso Dio.

Oggi il Santuario è strutturato dalla Chiesa di San Giacomo il Maggiore, una costruzione semplice ma bella, edificata intorno al XIV secolo, il convento corredato dal chiostro che costeggia la chiesa e il romitorio.

Santuario Poggio Bustone | Valle Santa

Il romitorio, già esistente ai tempi di San Francesco, è stato resturato nel 1947. Tornando sul piazzale antistante la chiesa si può accedere al Santuario superiore cioè alla Grotta delle Rivelazioni.

Attraverso un percorso di 30 minuti, si sale a circa 440 metri, passando attraverso un percorso costellato da sei cappellette a ricordo dei vari episodi accaduti a San Francesco nelle frequenti visite al luogo di preghiera.

Lungo il percorso troviamo il Tempietto della Pace, un monumento realizzato dall’architetto Carpiceci, dedicato a San Francesco predicatore.

SANTUARIO POGGIO BUSTONE
Dove: Piazzale Missioni Francescane, snc, 02018 Poggio Bustone RI
Contatti: 0746688916

2 | Fontecolombo 

Proseguendo per l’itinerario nella Valle Santa reatina troviamo il Santuario di Fontecolombo luogo particolarmente caro a San Francesco. Qui nuovamente ospite dei monaci di Farfa, il “Poverello di Assisi” trova un luogo di preghiera e contemplazione: la piccola Cappella dedicata a Santa Maria detta della Maddalena.

Nel mese di settembre del 1223 completa la stesura definitiva della regola dell’ordine dei frati minori.

La chiesa del Santuario di Fontecolombo è simile alla chiesa di San Giacomo a Poggio Bustone con un grande coro ligneo si articola dietro l’altare.
Oltrepassando un cancello, che si trova a sinistra della chiesa, si scende per un sentiero di ciottoli che porta al romitorio dove abitò San Francesco.
Di fronte si incontra la piccola Cappella della Madonna dove il Santo trascorreva diverse ore in preghiera.

La discesa prosegue fino al Sacro Speco, nel percorso si incontra la Cappella di San Michele Arcangelo, al quale San Francesco era tanto devoto.
Immaginate che San Francesco si preparava alla festa di San Michele con una quaresima. Continuando la discesa si raggiunge la fenditura nella roccia dove San Francesco si immergeva nell’intimità con Dio.

Infine, risalendo arriviamo al luogo denominato “del leccio” dove secondo la tradizione apparve Nostro Signore per confermare la Regola francescana.

SANTUARIO FONTECOLOMBO
Dove: Via Fonte Colombo, 40, 02100 Rieti RI
Contatti: 0746210125

3 | Greccio 

Appena arrivati al Santuario di Greccio, dopo una lunga scalinata in pietra, ci troviamo nel piazzale che conduce alla Grotta del Presepio. La Grotta fu edificata nel 1228 lo stesso anno di canonizzazione del Santo sul luogo dove avvenne la rievocazione. Questo luogo merita una sosta!

LEGGI ANCHE: IL PRESEPIO DI GRECCIO “LA STORIA DELL’UMILE INCARNAZIONE”

santuario-greccio-valle-sanata
Eremo di Greccio | Valle Santa

Proseguendo per uno stretto corridoio si raggiunge il Convento e la Chiesa primitivi, il dormitorio antico e la celletta che conserva la roccia dove dormiva San Francesco. Salendo al piano superiore, possiamo visitare il dormitorio ligneo, del XIII secolo, che risale al tempo di San Bonaventura da Bagnoregio (Ministro Generale dell’Ordine).

Successivamente, si incontra un coro ligneo molto raccolto nel tipico stile francescano e la prima chiesa edificata dopo la canonizzazione di San Francesco (avvenuta nel 1228 a due anni dalla sua morte).

In conclusione, uscendo sul piazzale troviamo la chiesa nuova costruita nel 1959 e a seguire una mostra di presepi dal mondo molto interessante.

SANTUARIO GRECCIO
Dove: 02045 Greccio RI
Contatti: 0746750127

4 | La Foresta 

Come ultima tappa del nostro itinerario nella Valle Santa reatina raggiungiamo il Santuario di Santa Maria de La Foresta immerso nei boschi di castagni e di roveri. Qui San Francesco trascorse l’ultimo periodo della sua vita.

Arrivando al Santuario incontriamo, lungo le mura, le stazioni della Via Crucis di scuola napoletana del XVIII secolo. Davanti al Santuario incontriamo una maiolica moderna che raffigura la Madonna dell’uva in ricordo il miracolo della moltiplicazione dell’uva.

Santuario-La-Foresta
Santuario Santa Maria de La Foresta | Valle Santa

Infine, entrando nella chiesa di Santa Maria non possiamo fare a meno di notare che è separata dall’antica chiesa di San Fabriano da una moderna balaustra in travertino. Uscendo vediamo il Domus, il luogo dove fu ospitato San Francesco con i suoi frati. Dopo il chiostro si incontra il luogo dove il “Poverello di Assisi” si recava a pregare. In questo Santuario, secondo alcuni studiosi, San Francesco avrebbe scritto alcune parti del Cantico delle Creature.

SANTUARIO SANTA MARIA DE LA FORESTA
Dove: Via Foresta, 30, 02100 Rieti RI
Contatti: 0746200085

Rispondi