Roma: la Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio e il Piccolo Museo del Purgatorio

Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio | Roma

La storia della chiesa del Sacro Cuore del Suffragio e del Piccolo Museo del Purgatorio nel Rione Prati  

Nel Rione Prati a Roma sorge un monumento alquanto singolare la Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio dedicata alle anime del purgatorio. La Chiesa è stata eretta nel 1890 dall’architetto Giuseppe Gualandi con la collaborazione di Orsoni in qualità di responsabile della decorazione scultorea è stata denominata “il piccolo Duomo di Milano”.

Realizzata in stile gotico-nordico, particolare nella sua bellezza, ma senza dubbio totalmente slegata dalle architetture che interessano il Rione Prati uno dei più moderni di Roma.

La facciata è caratterizzata dall’abbondanza di guglie, nicchie e archi arricchiti con statue di santi, realizzate a grandezza naturale. Il caratteristico colore grigio cenere è dato dall’uso del cemento armato un elemento di novità rispetto agli altri edifici sacri di Roma.

Non si può fare a meno di notare, sulla facciata, un piccolo campanile a pianta ottagonale con un orologio a due quadranti sorregge, su una cuspide, una croce che sorge da un’insieme di quattro gigli recante al centro un’ex voto a forma di cuore: dono di padre Vittore Jouet (fondatore dell’Associazione del Sacro Cuore del Suffragio delle anime del Purgatori che venne successivamente elevata ad Arciconfraternita) alle anime del Purgatorio per lo scampato pericolo durante uno dei suoi viaggi missionari.

Il cuore è stato ritrovato da padre Pietro Benedetti successore di padre Jouet che lo ha posto sulla cima più alta della costruzione a memoria del fondatore dell’Opera.

Facciata | Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio | Roma
Facciata | Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio | Roma

L’interno della Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio  

L’interno della Chiesa, a tre navate, rappresenta un’imitazione rigorosa delle chiese parrocchiali francesi del tardo XIV secolo. L’atmosfera molto raccolta e intima invita alla preghiera lasciando fuori il caos della città.

Le pareti sono intonacate e tinteggiate a liste beige e rosse e il pavimento è realizzato in marmo di Verona a spina di pesce e riprende i colori delle pareti. Sull’altare maggiore è posta una pala raffigurante “il Sacro Cuore e le Anime del Purgatorio” realizzata dai pittori fiorentini Alessandro e Giuseppe Catani.

I confessionali realizzati in legno in stile gotico e le bellissime vetrate vivacemente colorate contribuiscono a creare un ambiente atipico rispetto alle chiese più tradizionali presenti a Roma.

San Michele Aracangelo e Santa Margherita Maria Alacoque 

Per via della scarsissima luce e dell’atmosfera così raccolta non sono riuscita a scattare foto all’interno della chiesa.

Devo ammettere che all’ingresso mi ha colto un senso di tristezza che mi ha portato in prima istanza a dirigermi verso i banchi in direzione dell’altare a pregare per le anime del Purgatorio. Così dopo vari “Eterno riposo…” sono riuscita ad acquietare il mio senso di smarrimento ed ho continuato la visita all’interno della chiesa.

Sulla fascia decorativa dell’altare si trovano le rappresentazioni di San Michele Arcangelo e Santa Margherita Maria Alacoque discepola del Sacro Cuore ed ispiratrice dell’opera di padre Jouet. Due figure a me molto care che ricorrono spesso nelle mie visite ai luoghi santi.

Piccolo Museo delle anime del Purgatorio 

Ma se questa chiesa è famosa nel mondo cattolico lo è diventata ancora di più nel tempo per via del “Piccolo Museo delle anime del Purgatorio”.

Il 2 luglio 1897, durante la celebrazione della Messa, scoppiò un incendio. In tale circostanza il quadro dell’altare maggiore venne risparmiato e numerosi fedeli presenti dichiararono d’aver visto tra le fiamme l’immagine di un volto sofferente. L’immagine, dopo l’incendio, rimase impressa come un’ombra sulla parete annerita che tuttora è visibile malgrado sia nascosta dal trittico dell’Addolorata tra gli Angeli.

Se vi state chiedendo se tutto questo è verità o leggenda posso rispondervi così: la Santa Sede ha mantenuto un’atteggiamento prudente esimendosi dall’esprimere un parere.

Successivamente, nell’Enciclica “Pascendi” (1907) Pio X non vieta di credere a queste manifestazioni straordinarie specialmente se non si pongono in contrapposizione con gli insegnamenti della dottrina della Chiesa.

Vista dalla Sponda del Tevere
Vista dalla Sponda del Tevere

I cimeli presenti nel Piccolo Museo delle anime del Purgatorio 

A destra dell’altare si trova una piccola porta aperta, una volta varcata la soglia, proseguendo sulla destra si entra in un corridoio dove sono esposti pochi cimeli.

Alcuni pensano che molti cimeli siano stati occultati al pubblico e conservati in diversi armadi che raramente vengono esposti.

Vi state chiedendo: ma cosa sono questi famosi cimeli? 🙂

Altro non sono che vesti o libri in cui sono state impresse impronte di anime del purgatorio che chiedevano preghiere. In alcuni casi sembrano marchi a fuoco. Diverse testimonianze, studi e indagini ne hanno garantito l’autenticità.

Lo scopo di questa piccola raccolta museale non è quello di costituire una prova della realtà del Purgatorio, perché la Fede va al di là delle prove sensibili, bensì vuole ravvivare la devozione dei fedeli verso i defunti.

PARROCCHIA SACRO CUORE DEL SUFFRAGIO IN PRATI
CONTATTI: Lungotevere Prati, 12 | Tel: 0668806517
ORARI MATTINA: festivo dalle ore 8.00 alle ore 13.00 | feriale dalle ore 7.15 alle ore 12.00
ORARI POMERIGGIO: festivo dalle ore 17.00 alle ore 20.00 | feriale dalle ore 16.00 alle ore 19.30
Sito web: www.sacrocuoreinprati.it

67 thoughts on “Roma: la Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio e il Piccolo Museo del Purgatorio

  1. La chiesa è meravigliosa, ci credo che l’abbiano chiamata il Piccolo Duomo di Milano. PEeò devo dire che è davvero strana trovarla lì. Sembra quasi che qualcuno l’abbia sradicata dal suo luogo originario e l’abbia impiantata lì in un secondo momento!

  2. Ma che meraviglia questa chiesa! Nel mio ultimo viaggio a Roma me la sono persa! Molto interessante la sua storia, compresa quella del Piccolo Museo delle Anime del Purgatorio. Non vedo l’ora di tornare nella capitale <3

  3. Una chiesa meravigliosa, anche se sono stata tantissime volte a Roma non ci sono mai andata, me la segno per la prossima visita. Grazie

    1. Si, è un pò nascosta! Ma molto bella e nei dintorni trovi tantissime cose da vedere a pochi metri c’è Castel Sant’Angelo!

  4. Ma…sembra davvero il Duomo di Milano in mignatura!!! che ci fa li???!!! Con quei palazzi più alti di lei… hahaha non sono mai passata in quella zona di Roma. Non sei riuscita a fare foto all’interno, ma quelle dell’esterno sono molto belle.

  5. Sono stata in quella chiesa e ho anche visto il piccolo museo delle anime del Purgatorio. Ho fotografato i cimeli, ho chiesto e me li hanno lasciati fotografare. Poi ho guardato le foto, ed erano venute malissimo, tutte sfocate e avevo usato un’ottima macchina. Mah…

    1. L’hai vista!!! 🙂 Si, io non ho neanche provato a fotografarle perchè con le vetrate mi sembrava impossibile scattare delle foto di qualità! 🙁

  6. Non ho avuto l’opportunità di visitare questa splendida chiesa. Non ne ero a conoscenza altrimenti l’avrei inserita nell’itinerario. La storia è davvero intrigante e sarei curiosa di vedere il museo delle anime del purgatorio ora. Non sono distante da Roma quindi riuscirò senz’altro ad organizzarmi.

  7. Ma questa chiesa Appoggiata e confinante ad un muro Così bella ed elegante sembra proprio finita lì per caso. In foto è molto suggestiva ma sicuramente lo è ancora di più dal vivo

  8. Fa strano vedere il Duomo di Milano in miniatura nel cuore di Roma, stona un po’ con l’ambiente circostante; con l’autenticità che fa da padrona alla nostra capitale. Eppure sono stata varie volte e non mi ero mai accorta di questa chiesa.

  9. Ma che bella questa somiglianza con il Duomo di Milano, non ne avevo mai sentito parlare! 😍
    Mi piace anche l’idea del Museo del Purgatorio. Domanda per curiosità: ci sono anche riferimenti alla Divina Commedia oppure no? (Sono una fan 😅)

  10. Grazie per aver condiviso questo articolo. Molto spesso fatichiamo ad uscire dagli itinerari classici, ma questa è l’ennesima prova che fuori dai ‘sentieri battuti’ ci sono tantissime belle cose da vedere

  11. Cavolo, per quante volte sia già stata a Roma, non finisce mai di stupirmi. e ovviamente di chiese (a parte quelle famose) ne ho viste poche, peccato!! adesso che non vivo più in Italia non posso neanche farci un giro tanto spesso 🙁 ad ogni modo mi segno le tue informazioni, davvero utilissime!

  12. Sono stata tante volte a Roma, ma questa chieda con il suo museo non la conoscevo. La prossima volta che sono in città andrò a visitarla!

  13. Non conoscevo assolutamente la Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio dedicata alle anime del purgatorio e ti ringrazio per questa scoperta. La trovo bellissima però sono di parte perché adoro lo stile gotico-nordico, in quanto assidua frequentatrice del Nord Europa. Ricorda il nord anche per la sua posizione, attaccata a un altri edificio, come accade spesso al nord.

  14. Non sono una credente ma le chiese mi hanno sempre affascinata come architettura… è certo che strutture così non ce ne sono in giro: tutte elaborate e grandissime.

  15. io non ho mai visitato bene Roma, ci sono sempre stata di passaggio…… Prima o poi voglio trascorrerci qualche giorno in più in modo da visitare anche le chiese da te citato

  16. sono stata a Roma diverse volte ma non sono ancora andata in visita a questa chiesa dalla storia interessante, ci andrò sicuramente non posso mancare

  17. Non basta una vita per vedere tutta Roma! E’ molto bella questa chiesa ed assomiglia davvero al Duomo di Milano! Tengo nota di questo luogo, nella speranza di riuscire a vederlo, la prossima volta che torno nella capitale.

  18. Tra poco andrò a Roma e mi segno questa chiesa che sembra veramente bella! Ma solo a me ricorda il Duomo di Milano?
    Molto bella anche la sua location sulle sponde del tevere

    1. Beh se vieni a Roma contattami che ci prendiamo un caffè! 🙂 La chiesa è soprannominata il piccolo Duomo di Milano! 😉

  19. Ci passavo davanti quasi tutte le mattine, andavo a scuola a Prati (pur venendo da Roma Sud ahah). All’inizio mi sembrava quasi stonasse con l’ambiente, poi ci ho fatto l’abitudine e anzi, ho imparato ad apprezzarla. Però non sono mai entrata, dovrò rimediare la prossima volta a Roma!

    1. Daiiii eri a Prati!!! Che bello! La chiesa anche dentro è molto bella…vale la pensa fermarsi qualche minuto a visitarla! 🙂

  20. Che chicca, amo questi luoghi poco noti ma ricchi di storie e leggende! L’esterno mi piace un sacco, sarà che ricorda un piccolo Duomo di Milano in miniatura, non vedo l’ora di scoprire con i miei occhi l’interno!

  21. Sono Stato talemnte tante volte a Roma ma questa chiesa è una vera scoperta, non l’avevo mai notata, nel mio prossimo Viaggio a Roma sarà una delle prime chiese che andrò a visitare

    1. Ciao Armando! E’ nascosta e non è inserita nei tradizionali giri turistici perciò capita di ignorarla e invece è un vero peccato! 🙂

Rispondi