8 cose da vedere a Međugorje

8 cose da vedere a Međugorje

Da Međugorje non vorresti più tornare, trascorre lì qualche giorno ti porta in una dimensione di pace lontano dai rumori del mondo.

Međugorje è un piccolo paese del comune di Citluk in Bosnia-Erzegovina, si trova a 200 metri di altezza dal livello del mare, è situato tra due colline il Krizevac e il Podbrdo.

Questo piccolo paese è noto al mondo per via delle “apparizioni della Vergine Maria”. Nel 1981 sei giovani, di età compresa tra i 10 e i 16 anni,  iniziarono ad affermare di vedere periodicamente la Vergine Maria che si presentava loro con il nome di “Regina della Pace”.

Dopo molti anni di studi e dibatti sul riconoscimento di Međugorje come luogo di culto nel 2017 arriva il riconoscimento della Chiesa Cattolica.

Oggi alcuni partono per Međugorje da pellegrini, altri da turisti ma il risultato è il medesimo per tutti: nessuno torna a casa come è partito.

Non saprei dire se è qualcosa che accade  sulla collina della croce blu o durante l’adorazione serale, se il cambiamento avviene dopo aver ascoltato le commoventi testimonianze o durante la recita del rosario in croato. Ma è qualcosa di inevitabile che si respira nell’aria.

1. CHIESA PARROCCHIALE DI SAN GIACOMO APOSTOLO – PATRONO DEI PELLEGRINI

La prima cosa, in assoluto, da vedere a Međugorje è la Chiesa parrocchiale. Fondata nel 1892 e dedicata a San Giacomo apostolo, santo protettore dei pellegrini, fu affidata ai frati francescani della provincia dell’Erzegovina. Nel piazzale antistante la parrocchia fu eretta una statua, in marmo di Carrara, dedicata alla “Regina della Pace”.

2. CAPPELLA DELL’ADORAZIONE

Al secondo posto, tra le cose da visitare, c’è la Cappella dell’Adorazione (retrostante la Chiesa) costruita nel 1991. La cappella è aperta tutto il giorno e il 25 di ogni mese tutta la notte.

3. MEDUGORJE IL CONFESSIONALE DEL MONDO

Al terzo posto, troviamo la zona dei 25 confessionali, costruiti per accogliere i pellegrini desiderosi di riappacificarsi con Dio. Sarà impossibile non notare le file che ogni giorno affollano la zona dei confessionali. Međugorje, non a caso, è stata definita il “confessionale del mondo”.

4. L’ALTARE ESTERNO

Al quarto posto c’è l’altare esterno, costruito nel 1989, con oltre 5000 posti a sedere. Lo spazio viene utilizzato nel periodo estivo e per i grandi raduni come il “Festival dei Giovani”.

5. IL PODBRDO

Nota a tutti i pellegrini, la collina del Podbrdo, è il luogo dove avvengono le apparizioni. Migliaia di pellegrini salgono giorno e notte sulla collina recitando il rosario. I primi anni il sentiero che portava in cima era impervio e difficoltoso ma con il passaggio dei pellegrini le rocce si sono levigate e adesso molti salgono anche a piedi nudi in segno di devozione.
Vi consiglio di munirvi di uno zaino con una bottiglia d’acqua. La salita al Podbrdo è molto suggestiva per questo è bene osservare il silenzio, recitare il rosario per godere pienamente della pace che si conquista una volta raggiunta la cima.

Podbrdo
6. IL KRICEVAZ

E’ un colle alto 500 metri ed è considerato uno dei luoghi più importanti per ogni cattolico che si reca a Međugorje.

8 cose da vedere a Međugorje
Nel 1933, in memoria dei 1900 anni dalla morte di Cristo, fa costruita una croce in cima al colle, da questa deriva il nome “Kricevaz” monte della croce.
Alcune reliquie della vera croce di Cristo sono state inserite nell’asta della croce stessa.
In questo caso la salita risulterà leggermente più impervia rispetto al Podbro.

Salita al Krizevac

6. I VEGGENTI

Non sarà facile riuscire a incontrarli, alcuni di loro non vivono più a Međugorje.
Sicuramente seguendo le attività della parrocchia troverete alcuni giorni dedicati all’incontro con i veggenti.

7. LE COMUNITA’

In seguito alle apparizioni e alla grande affluenza di pellegrini e curiosi sono sorte moltissime comunità nel territorio di Međugorje.
Vi consiglio di visitarne alcune, potete contattarle e prendere accordi per assicurarvi il momento della testimonianza in italiano.
Io sono rimasta sempre molto colpita dalle testimonianze che ho ascoltato.
Alcune comunità vivono di provvidenza e solitamente alla fine della visita potete acquistare un ricordo da portare a casa.

Castello di Nancy e Patrick
Castello di Nancy e Patrick

8. I SOUVENIR

Rimarrete colpiti dai numerosi negozi di souvenir che sorgono nella zona limitrofa la parrocchia. Alcuni pellegrini sono infastiditi da questo grande “business” che si è sviluppato nel tempo ma se considerate che prima delle apparizioni la popolazione di Međugorje era molto povera possiamo tranquillamente affermare che la Madonna è stata una vera “benedizione” per tutti loro.
Sono sorti negozi, alberghi, ristoranti e zone di ristoro.
A me questo non ha disturbato, anzi ho trovato piacevole poter scegliere rosari, libri e altro da poter riportare a casa.

Prossimamente vi racconterò qualcosa di più della Comunità che ho visitato durante il pellegrinaggio.

Concludo dicendo che almeno una volta nella vita tutti dovrebbero andare a Međugorje, è un viaggio che dona una pace profonda a chi lo intraprende con il cuore aperto.

Un ringraziamento a tutti i miei compagni di viaggio, in particolare a Padre Giovanni che è stato una guida attenta e un “padre” buono, a Francesco Vaiasuso che con la sua testimonianza mi ha aiutato a comprendere l’amore di Dio, a Pasquale che mi ha donato i suoi preziosi appunti e le sue foto di viaggio, a Rossella e Anna che si sono date senza risparmiarsi mai per il bene del gruppo e la buona riuscita del pellegrinaggio.

One thought on “8 cose da vedere a Međugorje

Rispondi