5 Cammini religiosi nel mondo per riscoprire la natura e ritrovare se stessi

Durante la Borsa del Turismo Religioso Internazionale sono stati presentati 5 cammini religiosi 

Nella bellissima location della Città di Assisi si è svolta la Borsa del Turismo Religioso Internazionale che ha visto l’incontro di diversi operatori del settore del turismo religioso.

A margine della Borsa del Turismo Religioso sono stati presentati nuovi e rinnovati cammini religiosi nel mondo.

Il cammino religioso è un viaggio nel viaggio. Un percorso, in primis, spirituale che ci porta a ritrovare noi stessi e a riscoprire il mondo che ci circonda attraverso la natura e i prodotti della terra.

Alcuni dei cammini proposti partono dalla Regione Umbria e comprendono diverse tappe, di percorsi già noti, come: la Via Francigena, i Cammini Religiosi (Cammino di San Francesco, Cammino di San Benedetto, Via Lauretana) e la Via Appia.

Il Cammino degli Angeli 

Il Cammino degli Angeli è un percorso di 200 Km, tracciato da Marco Fazion guida ambientale escursionistica di grande esperienza e formatore, che collega Roma ad Assisi e ripercorre per alcuni tratti il cammino tracciato da San Francesco. 

il cammino dei angeli
www.ilcamminodegliangeli.org

Se siete interessati all’itinerario potete acquistare online la guida ufficiale:  “Il cammino degli angeli da Roma ad Assisi. Un pellegrinaggio per il terzo millennio” >> scopri di più

IL CAMMINO DEGLI ANGELI
Tappe del percorso: Roma, Amelia, Acquasparta e Assisi.
Il Cammino è praticabile a piedi o in mountain in bike.
Distanza: 200 Km
Referente: Marco Fazion
Sito web: www.ilcamminodegliangeli.org

La Romita 

Il cammino della Romita va da Assisi a Bagnara Nocera Umbra.
La Romita è il luogo dove San Francesco si è recato per giovarsi delle cure delle acque di Nocera Umbra presso la località Bagni.

ACQUE TERMALI
Le acque dello stabilimento termale di Nocera Umbra sono particolarmente indicate per la cura di affezioni dei reni e vie urinarie, malattie dell’apparato gastro-enterico e malattie del ricambio.

Nel 1226, Francesco, fu prelevato dai Cavalieri di Satriano e riportato ad Assisi. Ancora oggi, il primo fine settimana di settembre, con la “Cavalcata di Satriano” si ricorda la delegazione di cavalieri che riportò il Santo ad Assisi. 

La Romita Nocera Umbra
www.comune.noceraumbra.pg.it

Il territorio nocerino è molto legato al Poverello di Assisi, come testimoniato sia dalle fonti francescane, sia dagli statuti medievali del Comune di Nocera.

CAMMINO DELLA ROMITA
Tappe del cammino: partenza da Assisi arrivo a Bagnara di Nocera Umbra.
Distanza: 32 Km
Tempo di percorrenza: 10 ore
Referente: Luca Grilli presidente Associazione La Romita

La Via Lauretana 

Il percorso della Via Lauretana si articola per circa 150 Km, da Assisi fino a Loreto, lungo sette tappe: Assisi, Spello, Colfiorito, Muccia, Belforte di Chieti, Tolentino, Macerata e Loreto.

E’ possibile percorrere il percorso in bicicletta lungo quattro tappe: Assisi, Colfiorito, Tolentino, Montelupone e Loreto.

I cammini lauretani
Pagina Facebook “I Cammini Lauretani”

Scaricando la APP CAMMINI LAURETANI è possibile:
– Organizzare il cammino tappa per tappa, verificando il percorso e i luoghi di accoglienza povera e non.
–  Richiedere le Credenziali del Pellegrino Lauretano alla Confraternita delle Sacre Stimmate di San Francesco direttamente dall’app.
– Iscriversi alla Community dei Pellegrini e chattare con chi ha percorso o ha intenzione di percorrere la Via Lauretana.
APP CAMMINI LAURETANI >> scarica qui

I CAMMINI LAURETANI
Tappe del percorso: Valli del Chienti e del Potenza, Monti Sibillini, Fabriano fino a Loreto.
Charta dei pellegrini Lauretani: richiedi

Distanza: 150 Km
Referente: Comune di Loreto e Padre Franco Rettore del Santuario “Santa Casa di Loreto”.
Sito web: www.camminilauretani.eu

Sulle tracce della Bibbia in Persia

Con il termine Persia ci si riferisce alla nazione del moderno Iran.
L’antica Persia è ricordata molto spesso nella Bibbia e in particolare nel Vecchio Testamento per essere stata palcoscenico di alcuni dei più noti avvenimenti della storia del cristianesimo.

Il cammino proposto, durante la Borsa del Turismo Religioso, tocca tutte le città più importanti che testimoniano la presenza di personaggi biblici.

Nella città di Shush, alle pendici di una collina sulla riva est del fiume Shāvavar, è conservata la tomba del profeta Daniele.

Mausoleo del profeta Daniele
www.irancultura.it

Hamadan è ritenuta la più antica città dell’Iran, degli scavi hanno portato alla luce le rovine dell’antica Ecbatana e vi si trova la tomba della regina biblica Ester e dello zio Mardocheo.

SULLE TRACCE DELLA BIBBIA
Alcune tappe del percorso: Susa, Hamadan, Isfahan, Saveh.

Il Cammino di Michael

Il Cammino collega sette santuari, dall’Irlanda fino in Israele, uniti da una linea retta immaginaria, denominata Linea Sacra di San Michele, che per oltre 2.000 km taglia l’Europa riunendo i luoghi sacri dedicati all’Arcangelo Michele. 

Santuario San Michele Puglia
www.santuariosanmichele.it

La Linea Sacra di San Michele rappresenta il colpo di spada che l’Arcangelo inflisse al diavolo per rimandarlo all’inferno.
Su questa linea sono disposti i tre Santuari più conosciuti al mondo dedicati a San Michele: Mont Saint Michel in Francia, la Sacra di San Michele in val di Susa e il santuario di Monte Sant’Angelo nel Gargano.
I Santuari sono tutti alla stessa distanza.

LA LINEA SACRA DI SAN MICHELE
I sette Santuari: Skellig Michael (Iralnda), St Michael’s Mount (Gran Bretagna), Mont Saint Michel (Francia), la Sacra di San Michele (Piemonte, Italia), San Michele (Puglia, Italia), Monastero di San Michele (Grecia), Monastero di Monte Carmelo (Israele).
Distanza: 2.000 Km
Referente: Rosa Palomba Assessore cultura e turismo del Comune di Monte Sant’Angelo in Puglia
Sito web: www.montesantangelo.it

Rete internazionale dei grandi Santuari dedicati all’Arcangelo Michele:
– Maggio 2018 firmato accordo tra Monte Sant’Angelo e La Sacra di San Michele in Val di Susa.
– Maggio 2019 sarà firmato l’accordo tra il Santuario di Monte Sant’Angelo e 
Mont Saint-Michel.

collaborazioni sara alessandrini

In collaborazione con la Borsa del Turismo Religioso Internazionale
Credits >> foto anteprima Jad Limcaco on Unsplash

16 thoughts on “5 Cammini religiosi nel mondo per riscoprire la natura e ritrovare se stessi

  1. Di quelli che hai nominato conoscevo solo la via Lauretana (visto che sono di queste parti) …
    Quello che invece, mi ha ispirato maggiore curiosità è quello in Persia …
    Non ci sono mai stata ma, trovo che sia affascinante !

  2. Come Stefania, neanche io ho mai fatto un cammino. Curioso il cammino persiano sule tracce della Bibbia. L’esperienza del cammino deve essere unica. Mi piacerebbe prima o pi farne uno.

  3. Interessantissimo questo post, non conoscevo questi cammini. Io sono amante delle camminate, dei percorsi in mezzo alla natura, e sono tutti molto affascinanti anche se lunghissimi. Per il momento farei quello della Romita , 32 km ce la posso fare!

  4. Io adoro camminare, adoro il trekking e i lunghi percorsi, ma non mi sono ancora cimentata in un cammino vero e proprio! è un’esperienza che sento di dover fare, a breve… Tutti questi itinerari che hai citato sono parecchio invitanti, si tratta solo di scegliere quello che sento più “mio”!

  5. Purtroppo non ho fatto nessuno di questi cammini ma è stato molto bello scoprire la loro estensione ma anche il loro significato. Delle scoperte interessanti devo dire!

  6. Gli itinerari sono tutti luoghi molto suggestivi, alcuni potrebbero essere una bella riscoperta del viaggio lento, altri li vedo difficilissimi come l’itinerario in Iran, soprattutto nella zona montuosa del nord, comunque una gran bella sfida.

  7. Siamo abituati a sentir parlare solo di Cammino di Santiago, di Compostela e di via Francigena. Questo post mi ha aperto un mondo e mi ha incuriosito moltissimo. Se dovessi scegliere mi piacerebbe fare quello che collega i sette santuari dedicati a San Michele.

  8. Ciao Sara avevo scritto un commento gigante e ovviamente me lo ha cancellato tutto! Articolo molto bello, sarei molto curiosa di sapere se l’ospitaltà sui sentieri italiani è gestita bene . Io ho fatto un pezzo del camino di Santiago ed era tutto organizzato benissimo mi chiedo se sul cammino degli Angeli, che mi ispira un sacco, troverei ospitalità per i pellegrini. Tu lo hai mai fatto?

Rispondi