La ricciolina del Monte Amiata: dolce tipico dell’Appennino toscano

la-ricciolina-del-monte-amiata

La ricciolina del Monte Amianta dolce tipico dell’Appennino toscano a base di pasta frolla e nutella 

Vi sto per rivelare la ricetta di uno dei dolci più buoni che abbia mai assaggiato: la ricciolina del Monte Amiata! La gita sull’ Amiata della scorsa estate e il bel pranzetto consumato sulla vetta mi sono rimasti nel cuore.

Per questa ragione ho deciso di raccogliere qualche informazione sulle tradizioni del posto e in tal proposito come non dare spazio alla ricetta della “mitica” ricciolina del Monte Amiata?

Devo dire che appena il cameriere ha detto: “ricciolina” seguita della parola “nutella” ho subito capito che sarebbe stato amore a prima vista 🙂 e così è stato…

Mi sono documentata e tra un libro di cucina e l’altro ecco la ricetta: per la preparazione della torta impiegherete circa 20 minuti e per la cottura altri 45 minuti. Le dosi che riporto sono per una torta da 8 porzioni circa.

INGREDIENTI | dosi per 8 persone 

  • 300 g di farina (io uso sempre la “0” perchè è meno raffinata)
  • 150 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 3 uova (1 intero e 2 tuorli)
  • 400 g di Nutella
  • 80 g di noci, o mandorle, o nocciole

Per preparare la ricciolina del Monte Amiata munitevi di una spianatoia. Prendete la farina mettetela sulla spianatoia ed inserite al centro lo zucchero, il lievito, il sale e il burro a temperatura ambiente. 

Lavorate l’impasto con le mani fino ad ottenere un composto che si sbriciola.

Sbattete un uovo intero con due tuorli, versate il tutto sull’impasto e cercate di  renderlo uniforme con le mani. Stendete l’impasto, posizionatelo tra due fogli di carta da forno e inseritelo nel frigo dove si dovrà raffreddare per un’ora. 

Successivamente dividere l’impasto in due, con una parte rivestite il fondo di una teglia e spalmatelo di nutella cospargendolo con le noci tritate. 

Infine, con la seconda parte della pasta frolla ricoprite la torta.
Pronti per infornare? Ricordate di preriscaldare il forno.

Tempi di cottura: 180°C per 40 minuti.

Verso la fine della cottura montate gli albumi a neve e aggiungete 4 cucchiai di zucchero, continuando a montare le chiare finché non verrà una meringa.

Passati 40 minuti togliete la torta dal forno e con una spatola stendete la meringa sulla torta. Scaldate la Nutella e mescolatela con la meringa. Rimettete la torta in forno per 2 minuti appena si solidifica in superficie toglietela dal forno 🙂

LEGGI ANCHE:
UNA MATTINA D’AGOSTO SUL MONTE AMIATA
PIANCASTAGNAIO ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI PIU’ SUGGESTIVI

11 thoughts on “La ricciolina del Monte Amiata: dolce tipico dell’Appennino toscano

  1. Veramente buonissima!
    L’abbiamo assaggiata durante uno dei nostri ultimi viaggi! Il nostro albergo ce l’ha fatta trovare la mattina per colazione, fatta in casa!!
    Grazie per aver condiviso la ricetta, quasi quasi provo a rifarla!

  2. Quando sento la parola ‘Nutella’ sto sull’attenti!! Dev’essere buonissima questa torta… golosissima! Va nella lista delle torte da provare! Grazie

  3. ha un aspetto meraviglioso!!! 😀 poi le torte con le mandorle a me fanno proprio impazzire! Suggerirei di sciogliere del cioccolato nel latte, invece di usare la nutella. La nutella è buona, per carità, ma Il buon cioccolato secondo me fa la differenza in cucina!

    1. Ciao!!! Non lo dire a mia sorella che ama pazzamente la Nutella! 😉 a parte gli scherzi…la ricetta originale è con la nutella e io mi attengo sempre! Però hai ragione la cioccolata è senza dubbio più genuina e naturale!

Rispondi