Osimo e il Santuario di San Giuseppe da Copertino

osimo-e-il-santuario-di-san-giuseppe-da-copertino

Cosa vedere a Osimo e perché visitare il Santuario di San Giuseppe da Copertino

Osimo è una piccola cittadina situata tra le colline delle Marche a pochi chilometri dalle spiagge della Riviera del Conero, da Ancona e dal Santuario della Madonna di Loreto.

Osimo
Osimo

La cittadina attira ogni anno moltissimi turisti e tanti pellegrini che si recano a Osimo per visitare il Santuario di San Giuseppe da Copertino.
Osimo è ricca di luoghi da scoprire: le Grotte di Osimo, la Cattedrale di San Leopardo, i giardini di Piazzanova, il Palazzo Campana, il Palazzo Comunale e il Teatro la Nuova Fenice.

osimo-e-il-santuario-di-san-giuseppe-da-copertino

Ma il luogo che ha destato maggiormente la mia curiosità è stato il Santuario.
La Basilica di San Giuseppe da Copertino (patrono di Osimo e Santo protettore degli studenti) si erige sulla piazza principale della cittadina.

La chiesa edificata intorno all’anno 1220 fu intitolata a San Francesco D’Assisi e successivamente, nel XVIII secolo, in occasione della canonizzazione di frate Giuseppe venne modificata la titolazione.

La Basilica conserva alcuni tratti dell’originario stile gotico-romanico con cui fu edificata, all’interno è possibile visitare la cripta (dove è custodito il corpo del santo) e le stanze, oggi adibite a museo, dove San Giuseppe trascorse gli ultimi anni di vita.

osimo e san giuseppe da copertino

Avete mai sentito parlare di questo Santo?
Io solo oggi, che mi accingo a scrivere questo post, ho avuto modo di studiare con interesse chi era davvero San Giuseppe da Copertino.

Leggere di questo Santo mi ha aiutato molto a comprendere che la fede in Dio è l’unica cosa che conta in questo mondo di persone confuse e smarrite.

San Giuseppe era un uomo umile che viveva nel totale affidamento alla volontà di Dio.
Nella sua vita fu più volte bistrattato e allontanato considerato come una persona “scarsa di doti umane intellettuali e di scienza adeguata”, fu destinato ai lavori più duri anche quando, dopo tanto penare, riusci ad entrare in convento.

Oggi, tutti lo ricordano come il patrono degli studenti ma non tutti sanno che San Giuseppe da Copertino aveva grandi difficoltà nell’apprendimento e questo gli comportò non pochi problemi. La sua buona volontà lo spingeva a studiare anche di notte ma l’indomani non ricordava più nulla.

Quando si presentò per prendere gli ordini dovette superare un esame (leggere, cantare e spiegare il Vangelo) il povero frate ricordava solo uno dei brani più brevi del Vangelo. Il Vescovo aprì la Bibbia e capitò proprio quel brano che fra Giuseppe aveva imparato a memoria! 🙂

Nel 1622 prese il diaconato, rimaneva soltanto l’esame per il sacerdozio, anche in questo caso la Provvidenza volle che il Vescovo ascoltò i primi quattro candidati preparatissimi mentre stava per arrivare il turno di fra Giuseppe il Vescovo fu raggiunto da un messaggero, per un urgenza, così “ampliò” il suo giudizio positivo anche all’ultimo candidato!

Giuseppe si considerò un “miracolato” e nel 28 Marzo del 1628 fu ordinato sacerdote. Il fraticello era tanto umile quanto colmo dei doni di Dio tant’è che spesso andava in estasi e a volte al solo nominare delle cose di Dio si alzava in cielo come testimoniano moltissimi scritti e il dipinto stesso conservato all’interno del Santuario.

San Giuseppe da Copertino
San Giuseppe da Copertino

Cercando informazioni sul Santo ho scoperto anche due film a lui dedicati: “The Reluctant Saint”, che risale al 1962, tradotto in Italia come “Cronache di un convento” e il secondo (di cui vi lascio una piccola scena) “C’era una volta”, del 1967, interpretato da Omar Sharif e Sofia Loren.

Di seguito qualche informazione sul Santuario:

INFORMAZIONI & ORARI DI VISITA

FERIALI:
Ore 07.00 sulla tomba di san Giuseppe da Copertino
Ore 07.30 “Lodi mattutine”– 08.00 – 9.15 – 18.30 in Santuario

FESTIVI:
Ore 07.30 – 09.00 – 10.15 – 11.30 – 19.00 in Santuario

ORARI DI VISITA AL SANTUARIO:
Mattino – apertura ore 06.45 – chiusura ore 12.00
Pomeriggio – apertura ore 15.30 – chiusura ore 19.45

Fonte: sangiuseppedacopertino.net
Credits: Ringrazio il mio amico Pasquale per avermi donato le foto e i suoi preziosi appunti. 🙂

2 thoughts on “Osimo e il Santuario di San Giuseppe da Copertino

Rispondi