Macerata: cosa vedere nel centro storico in un giorno

Macerata-cosa-vedere-nel-centro-storico

Macerata dal centro storico all’Arena Sferisterio cosa vedere in un giorno 

Macerata è una città dalle mille anime, vivace ma anche in grado di preservare le tradizioni e la cultura, accogliente e a volte chiassosa e colorata.

INIZIAMO IL NOSTRO ITINERARIO | MACERATA: COSA VEDERE NEL CENTRO STORICO 

1 | Centro storico di Macerata
2 | Biblioteca Comunale Mozzi-Borghetti
3 | La Specola – il posto più instagrammabile di Macerata
4 | La Basilica della Misericordia
5 | Il Duomo di San Giuliano
6 | Arena Sferisterio: il simbolo della città di Macerata
7 | Dove mangiare a Macerata
8 | Il periodo migliore per visitare Macerata
9 | Un souvenir da Macerata: tuttincluso

1 | Centro storico di Macerata 

Percorrendo Piazza Mazzini e le viuzze del Centro Storico si può arrivare a Pizza della Libertà, sulla quale affacciano magnifici edifici: Palazzo del Comune, la Loggia dei Mercanti, la Chiesa di San Paolo, la Torre Civica con l’orologio planetario e il Teatro Lauro Rossi costruito alla fine del ‘700.

Nel cuore della città sorge il Palazzo Buonaccorsi che ospita i Musei civici con le collezioni di arte antica, arte moderna ed il Museo della Carrozza.

Da non perdere il Palazzo Ricci che la suo interno accoglie una Pinacoteca di Arte del ‘900.

2 | Biblioteca Comunale Mozzi-Borghetti 

Nel nostro itinerario “Macerata cosa vedere nel centro storico” vi consiglio di inserire la visita alla Biblioteca Comunale Mozzi-Borghetti colma di libri antichi molto rari e bellissima anche dal punto di vista architettonico.

3 | La Specola – il posto più instagrammabile di Macerata 

Nel punto più alto della Biblioteca è allestita “La Specola”, un luogo di meditazione, che veniva utilizzato come osservatorio astronomico dai gesuiti. Vi consiglio di visitare questo luogo così suggestivo.

Dalla Specola si può godere di un panorama mozzafiato sui tetti del centro storico fino ai Monti Sibillini. Insomma, il luogo perfetto per le vostre foto panoramiche! 😉

4 | La Basilica della Misericordia 

Di grande rilievo la Basilica della Misericordia che ha origine da un’antica cappella votiva eretta nel 1447, in un sol giorno, per allontanare il pericolo della peste, poi ricostruita e ampliata su disegno del Vanvitelli tra il 1735 e il 1741.

BASILICA DELLA MISERICORDIA
Dove: Piazza S.Vincenzo Maria Strambi, 2 – 62100 Macerata
Contatti: 0733.263867 | rettore@basilicamisericordia.it
Orari apertura: Ore 7.30-12.00; 16-18.30 (periodo invernale); 15.30-19.30 (periodo estivo).
Sante messe: festive ore 8.00, 9.30, 17.00 | feriali ore 8.00 e 17.00.
Recita quotidiana S. Rosario: ore 16.30 (orario invernale) | 17.30 (orario estivo).
Tour virtuale: clicca qui per il virtual tour della Basilica

La solennità più importante del Santuario si celebra la prima domenica di Settembre. In questa circostanza l’immagine della Mater Misericordiae viene esposta solennemente dal mezzogiorno del sabato a tutta la domenica. Nel pomeriggio del sabato si svolge la tradizionale Processione delle “Canestrelle”, come vuole l’antico costume maceratese, per l’offerta del grano alla Madonna (la manifestazione ebbe inizio nel 1447, l’anno della prodigiosa liberazione dalla peste).

5 | Il Duomo di San Giuliano 

Il Duomo di Macerata è intitolato al patrono della città “San Giuliano” la sua edificazione risale al 1459. La facciata in stile neoclassico è rimasta incompiuta ma all’interno conserva importanti opere del 1500 e mosaici che risalgono al 1600.

Inoltre, all’interno del Duomo è conservato un reliquiario d’argento con il braccio di San Giuliano.

Cosa-vedere-a-Macerata-nel-centro-storico
Credits: Wikimedia 18federico Olivo17
DUOMO DI SAN GIULIANO
Dove: Piazza S. Vincenzo Maria Strambi, 3, 62100 Macerata
Contatti: 0733260330

6 | Arena Sferisterio: il simbolo della città di Macerata 

La visita si conclude con l’Arena Sferisterio, simbolo della città di Macerata, un tempo destinata al gioco del pallone. Attualmente, grazie all’ottima acustica, l’Arena è scenario di stagioni liriche di grande livello.

ARENA SFERISTERIO
Dove: Via Santa Maria della Porta, 65 (62100) Macerata
Contatti: 0733261335 | info@sferisterio.it
Programmazione: programma stagione 2020

7 | Dove mangiare a Macerata 

E’ d’obbligo una sosta per il pranzo con l’intento di assaggiare i piatti tipici della tradizione marchigiana.

Da provare assolutamente i frascarelli, chiamati anche riso in polenta o riso corco, uno dei piatti tipici della cucina povera marchigiana.

Il nome frascarelli deriva dalla frasca, il bastone usato un tempo per girare la polenta, il riso viene cotto in una pentola con abbondante acqua alla quale si aggiunge farina bianca. I frascarelli vengono conditi con il sugo “finto” (per distinguerlo dal ragù utilizzato per le feste) oppure con delle verdure (verza).

8 | Il periodo migliore per visitare Macerata 

Per cogliere la vera anima di Macerata il periodo migliore per visitarla è tra luglio e agosto durante la stagione lirica del “Macerata Opera Festival”.

9 | Un souvenir da Macerata: tuttincluso 

Se volete portare a casa un souvenir o qualche prodotto tipico scegliete “tuttoincluso” in corso Giacomo Matteotti, 20 nel centro storico di Macerata! Il negozio è gestito con un entusiasmo contagioso da tre ragazzi con disabilità.

E’ possibile acquistare prodotti enogastronomici provenienti da aziende locali, oltre a un catalogo di partecipazioni, bomboniere e oggettistica varia realizzata a mano utilizzando tecniche di riciclo.

LEGGI ANCHE: LA VIA LAURETANA DA MACERATA A LORETO

Credits: foto Wikimedia 18federico Olivo17 | foto Wikimedia – Guido Picchio


8 thoughts on “Macerata: cosa vedere nel centro storico in un giorno

  1. Che carina che deve essere Macerata, na hai fatto davvero una bella descrizione!
    Non la conosco per niente, ma mi piacerebbe visitare quella zona.
    Speriamo di poter riprendere a viaggiare il prima possibile, queste e riprendere dalla nostra Italia, con mete come questa!

  2. Anche a Padova c’è “La Specola” che è un luogo molto simile all’omonimo di Macerata, almeno leggendo la tua descrizione. Chissà che spettacolo i libri antichi della biblioteca!

  3. Ho studiato a Macerata e la ricordo con affetto, soprattutto la biblioteca che era fornitissima di libri sia per lo studio sia per il tempo libero. Mi fa salire un po’ di nostalgia questo post!

Rispondi