Il Santuario della Madonna di Pietralba in Val D’Ega

Santuario della Madonna di Pietralba

Alla scoperta del Santuario della Madonna di Pietralba a 1520 metri s.l.m  

Ho sentito parlare del Santuario della Madonna di Pietralba come uno dei più belli al mondo.
Dalla strada si apre davanti a me uno spettacolo che mi lascia senza fiato. Mi chiedo: ma sono in Italia? Cos’è un Castello? Il palazzo di un sultano? Niente affatto è un Santuario e sì… sono proprio in Italia! Precisamente mi trovo a Nova Ponente, in provincia di Bolzano, davanti al Santuario della Madonna di Pietralba a 1520 metri s.l.m.

Sono arrivata, finalmente! Scendo dalla macchina e respiro a pieni polmoni quell’aria di neve, frizzante e tagliente, cerco di coprirmi meglio e mi accingo per la stradina innevata.

Così è iniziata la visita al Santuario e non vi sto a raccontare quanto è stato difficile raggiungere l’ingresso principale per poi scoprire che nella stagione invernale, quando la neve ricopre ogni cosa, nella località di Nova Ponente, si può accedere al Santuario dalla parte retrostante dove si trova un comodo parcheggio! Ma io preferisco le cose complicate 🙂 e mi piace pensare che questo percorso difficoltoso, al freddo e in mezzo alla neve, per raggiungere la meta è stato come un piccolo pellegrinaggio!

Vista sul Santuario della Madonna di Pietralba
Vista sul Santuario della Madonna di Pietralba

Cosa c’è di speciale al Santuario della Madonna Pietralba?  

Il Santuario della Madonna di Pietralba ebbe origine nel 1553 quando la Vergine apparve a Leonardo WeiBensteiner per guarirlo dalla sua malattia; Ella gli chiese di costruire, come ringraziamento, una cappella dove i fedeli potessero recarsi per invocarla.

La cappella diventò ben presto meta di pellegrinaggi e fu necessario costruire una chiesa vera e propria. L’attuale Basilica in stile barocco venne completata nel 1654.

All’interno della Basilica si trova la statua in pietra bianco della Madonna Addolorata che tiene sulle ginocchia il Figlio deposto dalla croce, la cappella originaria, l’altare maggiore coperto di foglie d’oro e d’argento e splendidi affreschi.

Santuario della Madonna di Pietralba entrata retrostante
Santuario della Madonna di Pietralba entrata retrostante

Alla chiesa di accede da un corridoio dove sono conservati centinaia di ex voto, testimonianza concreta della gratitudine per la materna intercessione di Maria sperimentata dai fedeli.

La cappella di san Pellegrino Laziosi invocato da quanti soffrono di tumore 

A fianco della chiesa si trova la cappella dedicata a San Pellegrino Laziosi, invocato per guarire i tumori, e una “Penitenzieria” dove i frati Servi di Maria, custodi del Santuario sono a disposizione per i colloqui o per una confessione.

LEGGI ANCHE: LA STORIA DI SAN PELLEGRINO LAZIOSI INVOCATO DA QUANTI SOFFRONO DI TUMORE

L’Eremo di Leonardo 

Percorrendo un sentiero nel bosco, per circa 20 minuti verso est, si può salire all’eremo di Leonardo, suggestivo luogo dove la Vergine apparve e da dove si gode un panorama verso alcune cime delle Dolomiti: il Catinaccio, la Marmolada e il Latemar.

Pellegrini ed indulgenza plenaria 

Papa Luciani era solito trascorre in questo luogo ameno le sue vacanze estive e Papa Giovanni Paolo II fece visita al Santuario della Madonna di Pietralba il 17 luglio del 1988.
Nel 2003 concesse l’indulgenza plenaria ai fedeli che, devotamente, visitano il Santuario.

Particolare del Santuario della Madonna di Pietralba
Particolare del Santuario della Madonna di Pietralba

Come raggiungere il Santuario della Madonna di Pietralba 

Da Bolzano 33 Km, lungo la Val d’Ega e proseguendo per Nova Ponente.
Da Ora 22 Km, salendo in direzione Cavalese e deviando, dopo 9,5 Km, per Aldino.
Bus di linea: tel. 840 000 471
Pellegrinaggio a piedi: ogni anno centinaia di persone partono di notte dalle valli del Trentino in pellegrinaggio a piedi, percorrono più di 50 km, per raggiungere il santuario.

ORARI DELLE MESSE

GIORNI FESTIVI: orario estivo, dal 1° aprile al 31 ottobre, ore 9 – 11 – 15 -17 in italiano. Orario invernale, dal 1° novembre al 31 marzo, ore 9 – 11 – 15 in italiano.
MESSA PREFESTIVA:ore 17.00 in italiano (da giugno a settembre). Nei giorni feriali ore 11 e 18.30 in italiano (tutto l’anno).
CONFESSIONI E COLLOQUI: in italiano e in tedesco ore 9 -12 e 14 – 17 tutto l’anno.
APERTURA DELLA CHIESA: ore 7.30 e 19 (tutto l’anno).

12 thoughts on “Il Santuario della Madonna di Pietralba in Val D’Ega

  1. Leggo volentieri il tuo blog (è la seconda volta che mi capita) perché mi piacciono tanto i santuari e le chiese in generale. Complimenti!

  2. Viste le tue peripezie per raggiungerlo non potevo correre a leggere di più! Adesso capisco perché ti sia piaciuto così tanto! Non se io sarei riuscita a superare la neve e il freddo ma grazie ai tuoi occhi e alle tue parole ho scoperto con piacere questo bellissimo Santuario!

  3. avevo visto qualche tua bellissima foto del Santuario già su Instagram.. che splendore! Anche se c’era il parcheggio dev’essere stato davvero bello raggiungere il Santuario attraverso una bella camminata nei sentieri innevati, sai che splendore una volta arrivata lì

  4. Non ne conoscevo l’esistenza ma sembra dalle foto e dai tuoi racconti davvero un posto bellissimo e affascinante. E non mi stupisce, perché ormai ho capito che molti luoghi religiosi sono bellissimi e in posti altrettanto belli.

Rispondi