Cosa vedere a Perugia in mezza giornata

Cosa vedere a Perugia in mezza giornata

Itinerario nel centro storico di Perugia tra chiese e luoghi di attrazione

Vi è mai capitato di fermarvi poche ore in una bella città come Perugia e desiderare di vedere tutto in poco tempo?

Vi porto con me in un breve itinerario nel centro storico! 

Perugia è una delle città più belle dell’Umbria conosciuta per le ampie mura difensive che circondano il centro storico, per gli artisti che nei secoli hanno lasciato la loro firma su opere di grande rilievo, per l’Università che oggi conta migliaia di studenti che affollano le aule. 

ROCCA PAOLINA A PARUGIA

La Rocca Paolina fu voluta da Papa Paolo III e realizzata da Antonio da Sangallo il Giovane per proteggere la città. La costruzione della Rocca rese necessario l’abbattimento di più di cento edifici tra case, chiese e monasteri.

Nel 1860, in occasione dell’Unità d’Italia, la Rocca venne abbattuta. La parte più suggestiva da visitare sono i sotterranei, attraversati dalle scale mobili che collegano i parcheggi comunali con il centro storico, dove attualmente si trovano negozi, librerie e di tanto in tanto vengono organizzati eventi culturali.

LA FONTANA MAGGIORE DI PERUGIA

Attraversando Corso Vannucci pieno di localini, dove fermarsi per una gustosa sosta a base di prodotti umbri, negozi e boutique si arriva sulla bellissima Piazza IV Novembre simbolo della Perugia medievale. Al centro della Piazza si trova la Fontana Maggiore costruita nel 1200 da Nicola e Giovanni Pisano.

La Fontana è costituita da due vasche di pietra rosa e bianca, sormontate da una conca di bronzo. La prima vasca (dal basso) è decorata con cinquanta formelle che rappresentano il calendario dei lavori agricoli, alcuni episodi biblici, storici e mitologici, i due simboli della città (il grifo), del partito guelfo (il leone), dell’impero (l’aquila), le sette arti liberali e la filosofia. La seconda vasca è sorretta da statue raffiguranti personaggi mitici legati ad antiche leggende.

LA CATTEDRALE DI SAN LORENZO A PERUGIA

La Cattedrale di Perugia è intitolata a San Lorenzo patrono della cittàE’ stata edificata tra il 1345 e il 1490, alcune parti sono rimaste incomplete, la facciata laterale si rivolge su Piazza IV Novembre.

L’ingresso principale si trova su Piazza Dante. L’interno, realizzato in stile tardogotico, presenta tre navate, divise da grandi pilastri. La Cattedrale contiene diverse opere risalenti al XVIII secolo come: “La Deposizione” di Federico Barocci, la vetrata policroma del XVI secolo di Arrigo Fiammingo e il Monumento Funebre in onore del vescovo Andrea Baglioni realizzato da Urbano da Cortona. Nel chiostro della Cattedrale è possibile visitare il Museo che conserva diverse opere d’arte.

Cattedrale di San Lorenzo a Perugia

Si può arrivare alla Cattedrale percorrendo Corso Vannucci fino a Piazza IV Novembre. 

La Cattedrale si può raggiungere esclusivamente a piedi.
La zona del centro è ZTL.

ORARI CELEBRAZIONI

Giorni Feriali
8.00 Lodi mattutine e S. Messa
11.00 S.Messa
18.00 Vespri e S. Messa

Giorni Festivi
8.00 S. Messa
10.00 S. Messa
11.30 S. Messa Capitolare
18.00 S. Messa 
* Il sabato pomeriggio ore 17.30 primi vespri festivi

Ingresso in Cattedrale: gratuito
Visita al museo e parco archeologico: 8,00 € interno e 6,00 € ridotto. 

La visita turistica della Cattedrale è consentita solo fuori dall’orario delle celebrazioni liturgiche.

Non è consentito scattare fotografie. 

GALLERIA NAZIONALE DELL'UMBRIA A PERUGIA

Percorrendo Corso Vannucci sulla sinistra si trova il Palazzo dei Priori sede del Comune e della Galleria Nazionale dell’Umbria significativo esempio di architettura civile gotica. 

All’interno della Galleria sono conservate opere di grande rilievo storico artistico. Per lo più si tratta di opere a carattere religioso. 

La raccolta è ricca di opere del Medioevo e del Rinascimento attribuite ad artisti come Arnolfo di Cambio, Nicola e Giovanni Pisano, Duccio, Gentile da Fabriano, Beato Angelico, Benozzo Gozzoli, Giovanni Boccati e Piero della Francesca, di cui si conserva la grande pala di S. Antonio con la famosa “Annunciazione sulla cimasa”.

Un posto di rilievo è dedicato agli artisti umbri Benedetto Bonfigli, Bartolomeo Caporali, Fiorenzo di Lorenzo, Perugino, Pintoricchio e ai loro allievi e seguaci.

Galleria Nazionale dell'Umbria Perugia

Corso Vannucci all’interno del Palazzo dei Priori.

Dal martedì alla domenica dalle ore 8.30 alle 19.30.
Lunedì dalle ore 12.00 alle 19.30.

Ingresso: 8,00 € interno e 4,00 € ridotto. 

Info biglietteria/bookshop
0755721009
gnu@sistemamuseo.it

DOVE MANGIARE A PERUGIA

Percorrendo Corso Vannucci si trovano diversi localini dove fermarsi e gustare qualche piatto tipico della tradizione umbra.

Se avete poco tempo vi consiglio di fermarvi presso La Prosciutteria un piccolo locale dove gustare un’ottimo tagliere di salumi, panini di vario genere composti con formaggi, salumi e salse a scelta.
Presente anche una nutrita lista di vini. 

Perfetto per una sosta veloce!

La Prosciutteria Perugia

A piedi da Corso Vannucci si trova precisamente su Piazza Matteotti, 44. 

Costo medio a panino: 5.00 €
Costo medio a tagliere: 18,00 €

6 thoughts on “Cosa vedere a Perugia in mezza giornata

  1. Itinerario interessante, riuscire a vedere il meglio di Perugia in un giorno non è facile, ma questo itinerario ci riesce. Perugia anche io l’ho visitata di corsa, magari la prossima volta ci dedico un po’ piu di tempo, perchè merita

  2. La galleria nezionale e la cattedrale di San Lorenzo mi sono piaciute molto. Perugia è una città in cui torno sempre volentieri .. mi piace camminare per le vie della città e scoprire ogni volta qualcosa di nuovo e scorci sulle sue viuzze caratteristiche!

  3. Leggere il tuo post mi ha fatto tornare alla mente una bellissima vacanza in Toscana e Umbria che ho fatto un po’ di anni fa. Sono stata a Perugia 3 giorni e l’ho amata molto. Ho mangiato il gelato più buono del mondo e ho assistito ad un concerto di musica sinfonica nella cattedrale che mi fa ancora venire i brividi. E poi sono andata alla ricerca di Pokemon rari con mio figlio alla Fontanta… Ma alla Prosciutteria non ci sono stata. Mi sa che devo PROPRIO tornare. 😉

  4. Grazie, per questo rapido, ma ricco, itinerario. Molti anni fa Perugia mi aveva colpito soprattutto per la presenza di molti studenti stranieri: decenni fa ospitava infatti una delle poche università per stranieri in Italia ed era un piacere vivere in un’atmosfera così multiculturale, con ragazzi provenienti da ogni parte del mondo.

Rispondi