Cosa vedere a Monteprandone sulle tracce di San Giacomo della Marca

Cosa-vedere-a-Monteprandone

Itinerario sulle tracce di San Giacomo dalla Marca figura centrale nello sviluppo storico, culturale e religioso del borgo di Monteprandone 

Sulla vetta di un piccolo colle sorge il borgo di Monteprandone in provincia di Ascoli Piceno nelle Marche. Dal borgo si gode di un bellissimo panorama sulle terre del Piceno lo stesso bel vedere che San Giacomo della Marca, uomo Santo illuminato, osservava e ammirava mentre si rivolgeva in preghiera a Dio.

Ripercorriamo le tappe fondamentali della vita di quest’uomo carismatico, che servendo il Signore con umiltà e amore tanto ha fatto per il piccolo borgo, attraverso i luoghi a lui più cari. Giacomo della Marca nacque proprio a Monteprandone nel 1393, si laureò a Perugia in diritto, lavorò come giudice in Toscana ma con il tempo lasciò l’avvocatura ed entrò nell’Ordine dei Frati Minori nel 1416.

Il Santo visse tempi difficili ma fu un uomo molto lungimirante e si impegnò contro l’usura, la stregoneria e le eresie. Nella seconda metà del quattrocento tutte le corti aspiravano ad avere San Giacomo della Marca come predicatore. Riuscì a portare la pace in molte città grazie alle sue doti di pacificatore e di mediatore.

LEGGI ANCHE: COSA VEDERE AD ASCOLI IN DUE GIORNI ITINERARIO A PIEDI

COSA VEDERE A MONTEPRANDONE:

Vi propongo un itinerario su cosa vedere a Monteprandone ripercorrendo le tracce lasciate da San Giacomo della Marca. I luoghi che ha visitato, dove ha vissuto, dove ha sperimentato la Grazia, dove ha combattuto per liberare gli uomini da male, dove ha portato la pace e la cultura. Tutti i luoghi in cui ha agito e operato nel nome di Dio.

La Collegiata di San Niccolò 

La collegiata di San Niccolò è il principale luogo di culto del borgo per questo non si può escludere dall’itinerario delle cose da vedere a Monteprandone. La prima chiesa, che risale all’anno mille, è stata sostituita dalla struttura attuale nel 1800. L’interno in stile neoclassico è opera dell’architetto Pietro Maggi.

Da non perdere: l’altare con la statua di “San Cirino Martire” che risale al XVII secolo. San Cirino, martire al tempo delle persecuzioni di Diocleziano, nel ‘800 il suo corpo fu traslato da Roma a Monteprandone dove divenne compatrono e protettore degli agricoltori.
La Bara del Cristo Morto, realizzata nel 1847 dall’artista Sante Morelli, utilizzata nella processione del venerdì santo.

Collegiata-San-Niccolò_Monteprandone
COLLEGIATA SAN NICCOLO’
Dove: Piazza San Giacomo, 63076, Monteprandone, Italia
Orari: sabato ore 17.00 | domenica ore 8.30, 11.00 e 18.00 (ore 19.00 luglio e agosto).

La Chiesa di San Leonardo 

La Chiesa di San Leonardo è uno dei monumenti storici più antichi e importanti di Monteprandone. E’ stata fondata tra il XI e il XII secolo dalla comunità benedettina dei monaci farfensi.

Fu per anni il centro religioso dell’intera comunità e il cimitero del paese, fino al 1806, quando Napoleone con l’edito di Saint Cloud si stabilì che le sepolture avvenissero al di fuori del centro abitato.

CHIESA SAN LEONARDO
Dove: Via Allegretti, 35, 63076, Monteprandone, Italia
Orari: aperta solo in occasioni speciali

L’Oratorio di San Giacomo della Marca 

Finora abbiamo visto tutti luoghi dove San Giacomo ha maturato e vissuto la sua fede. Ora visitiamo uno dei posti più cari al Santo, la casa paterna, dove oggi si trova l’Oratorio considerato un luogo venerabile.

Le pareti dell’Oratorio sono affrescate con diversi dipinti che rappresentano scene della vita di san Giacomo che nacque in questo luogo con il nome di Domenico Gangale.

Cosa-vedere-a-Monteprandone-oratorio-san-giacomo

La Biblioteca di San Giacomo e i Codici Autografi 

Il Palazzo Municipale custodisce parte della preziosa biblioteca di San Giacomo con i “Codici Autografi”. Infatti, San Giacomo fu un uomo dotto di grande cultura ed oltre alla fede volle diffondere il sapere nella sua terra natia. Per questo, istituì una biblioteca con 61 volumi che oggi sono conservati nel Museo Civico dei Codici.

Inoltre, il Museo conserva quattro codici autografi del Santo con le trascrizioni di omelie e sermoni.

museo-civico-codici-san-giacomo-della-marca
Museo Civico dei Codici | San Giacomo della Marca

Assolutamente da vedere: all’interno del museo troviamo un’importante testimonianza di un miracolo avvenuto per opera di Dio tramite San Giacomo. Una moneta coniata nel 1652 da Carlo II Gonzaga (duca di Mantova) in dono al Santo per celebrare la nascita di Ferdinando Carlo, figlio del duca e di Clara d’Asburgo (che non potendo avere figli invocarono il Beato Giacomo della Marca).

MUSEO CIVICO DEI CODICI
Dove: Via Corso 23/25 – 63076 Monteprandone AP
Contatti: 0735710930 | turismo@comune.monteprandone.ap.it

LEGGI ANCHE: ITINERARIO RELIGIOSO NEL PICENO

Il Convento di San Giacomo della Marca 

A 1,5 Km dal centro storico si trova il Convento di Santa Maria delle Grazie meglio noto come Convento di San Giacomo della Marca tra le cose assolutamente da vedere a Monteprandone.

Convento-San-Giacomo-della-Marca

All’interno del Santuario oltre ai cimeli del Santo, si custodiscono una bellissima statuetta di una Madonna con bambino in terracotta policroma di arte toscana risalente al XV secolo.

itinerario-sulle-orme-di-san-giacomo-della-marca

Inoltre, possiamo ammirare l'”Incoronazione della Vergine” del 1525 di Vincenzo Pagani, a cui appartengono anche due tavole scontornate “Addolorata” e “S. Giovanni”, poste sull’abside ai lati del crocifisso.
Assolutamente da vedere: nella cappella di San Giacomo un elegante portale rinascimentale del 1543.

cosa-vedere-amonteprandone-nel-piceno
SANTUARIO | SANTA MARIA DELLE GRAZIE
Dove: Contrada S. Maria Delle Grazie, Monteprandone, AP 63076
Contatti:073562100 | sangiacomodellamarca@libero.it
Letture e lodi mattutine: ore 07.00 Ufficio delle letture e Lodi Mattutine ore 12.00 Ora Media
Orari messe: festivo 7.45 – 18.30. Feriale 7 – 8.30 – 10 – 11.30 – 16 (17 estivo) – 18.30
Rosario: tutti i giorni alle ore 18.00
Confessioni: tutti i giorni dalle ore 8.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.00 (suonare il campanello).

Monteprandone | Feste e fiere 

Se vi state chiedendo qual è il momento migliore per visitare Monteprandone è senz’altro durante le feste e le fiere di paese.

La Festa di San Cirino, per esempio, si celebra ogni anno nel mese di giugno dal 1653, l’anno in cui le spoglie del Santo furono trasferite da Roma a Monteprandone.

L’evento più sentito in assoluto è senza dubbio la Festa di San Giacomo della Marca che si celebra nel mese di novembre con un ricco calendario di eventi in onore del Patrono.

LEGGI ANCHE: MONSAMPOLO DEL TRONTO: COSA VEDERE IN UN GIORNO

*Post in collaborazione con Mete Picene
Credits: foto Mete Picene

One thought on “Cosa vedere a Monteprandone sulle tracce di San Giacomo della Marca

Rispondi