Befana a Roma: celebrazioni eucaristiche

Befana-2020-Roma

Cosa fare il giorno della Festa della Befana a Roma?

Il termine Epifania deriva dal greco e significa “manifestazione”. La festa dell’Epifania è legata ad uno dei più importanti avvenimenti della fede cristiana: Gesù si manifesta come figlio di Dio ai tre Magi venuti dall’Oriente. Il lungo periodo delle feste si conclude con l’Epifania, che come vuole il detto popolare “tutte le feste porta via”. Infatti, la venuta della moderna Befana che porta doni ai bambini ricorda i regali offerti a Gesù Bambino dai Re Magi. Anche quest’anno, in occasione della Festa della Befana a Roma, ci saranno le consuete celebrazioni eucaristiche che ci riportano indietro nel tempo a tradizioni e riti antichi.

Festa della Befana a Roma: storia e tradizione

A Roma, questa festa, ha una tradizione molto radicata. Nel 1800 grandi e piccoli si recavano a piazza Sant’Eustachio, dove festeggiavano la Befana. Dopo l’Unità d’Italia i festeggiamenti si spostarono a piazza Navona, storica sede di un celebre mercato rionale.

Epifania del Signore: celebrazione Eucaristica presieduta da Papa Francesco

Anche quest’anno ci sarà la consueta celebrazione eucaristica in occasione dell’Epifania del Signore nella basilica di San Pietro alle ore 10.00, nella cappella papale.

SANTA MESSA EPIFANIA: ore 10:00
Dove: nella basilica di San Pietro, cappella papale.
Modalità di partecipazione: prenotare i biglietti tramite la prefettura della Casa Pontificia.
Sul web: è possibile seguire la celebrazione online sui media del Vaticano.

PREFETTURA DELLA CASA PONTIFICIA | RICHIESTA BIGLIETTI PER PARTECIPARE ALLE CELEBRAZIONI DEL PAPA: inviare il documento che potete scaricare a questo link alla mail ordinanze@pontificalisdomus.va

1) Visita al Bambinello dell’Ara Coeli: “Er Pupo de Roma”

Tra le cose da fare nei giorni precedenti o successivi la festa della Befana a Roma c’è senza dubbio la visita alla Basilica dell’Ara Coeli. Infatti, secondo la leggenda la festa dell’Epifania romana è legata proprio alla Basilica e al Bambinello del presepe dell’Ara Coeli, sul colle del Campidoglio, una delle chiese più antiche di Roma.

Si racconta che il bambinello in legno di questo presepe fosse stato scolpito, alla fine del ‘400, da un francescano con il legno di un ulivo dell’Orto del Getsemani.

Il Bambinello era venerato dal popolo per guarigioni miracolose di malati gravi ed era tenuto avvolto in un tessuto dorato, stretto come le ‘fasce’ che avvolgevano i neonati, ricoperto di ex voto e doni preziosi per le grazie concesse.

Le sue guance divenivano rosse al sopraggiungere di una grazia e pallide quando non c’era più speranza. Nel 1994 fu rubato e mai più ritrovato, per questo da allora è esposta una sua copia.

Il Santo Bambino gode ancora di un particolare culto da parte dei romani tanto che per secoli il popolo l’ha continuato a chiamare “Er Pupo”. Al Bambinello sono legate molte tradizioni. Nell’Ottocentoil 6 gennaio, la statuetta era portata in processione per tutta la città e “benediceva” simbolicamente Roma fino a giungere all’Ara Coeli. 

Il 6 gennaio, in occasione dell’Epifania del Signore, alle ore 12:00 ci sarà la Messa Solenne.

Dove: Scala dell’Arce Capitolina, 12, 00186 Roma
SANTE MESSE: ore 12:00 e 19:00

2) Benedizione dei gessetti: chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini

Nella Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini, il giorno dell’Epifania si celebrerà la Santa Messa Pontificale, presieduta dal cardinale Raymond Leo Burke, alle ore 11:00.
Per la tradizionale benedizione dei gessetti che trae origine dal Rituale Romanum potete chiedere in sagrestia. Il rituale implica la benedizione della “creta” con cui scrivere sulla porta di casa i nomi dei tre Re Magi a custodia e protezione della famiglia.

Dove: Piazza della Trinità dei Pellegrini, 1, 00186 Roma
SANTE MESSE: ore 9:00, 11: e 18:30.
Messa Pontificale: ore 11.00 presieduta dal cardinale cardinale Raymond Leo Burke.
Presepe: al termine della Messa il cardinale benedirà il presepe.
Vespri: alle ore 17:30 ci saranno i vespri.

3) Bacio del Bambinello di Padre Pio: santuario di San Salvatore in Lauro

Il 6 gennaio al santuario di San Salvatore in Lauro si rinnova un’antica tradizione: il bacio del Bambinello appartenuto a Padre Pio. Il santuario ricco di reliquie di santi è uno dei centri più attivi dedicati al culto di Padre Pio. Infatti, qui è conservato il suo Bambinello soprannominato da Padre Pio “il Bambinello dei Baci”.

Dove: Piazza di San Salvatore in Lauro, 00186 Roma
SANTE MESSE: ore 10:30 e 12:00
Messa Solenne: ore 18.00 presieduta dal cardinale Angelo Comastri
Befana: ore 19.00 discesa della Befana in piazzetta.
Bacio del Bambinello: al termine bacio del Bambinello di Padre Pio

3) Esposizione del Bambinello di San Vincenzo Pallotti: chiesa di San Salvatore in Onda

Nella chiesa di San Salvatore in Onda, a pochi metri da ponte Sisto, si trova un altro Bambinello famoso appartenuto a San Vincenzo Pallotti. Il Bambinello veniva esposto dal santo, alla venerazione die fedeli, durante l’Ottavario dell’Epifania. Attualmente, il Bambinello, si trova nella chiesa di San Salvatore in Onda, nella navata di sinistra.

Dove: Via dei Pettinari, 56-58, 00186 Roma
SANTE MESSE: ore 08:00, 11:00 e 18:00
Bambinello: Santa Messa dell’Epifania esposizione del Bambinello alla venerazione dei fedeli.

LEGGI ANCHE: VISITA AI PRESEPI PIU’ BELLI DELLA CAPITALE

Se volete scoprire i miei itinerari religiosi seguitemi anche sulla pagina Facebook e su Instagram.

19 thoughts on “Befana a Roma: celebrazioni eucaristiche

  1. Lo confesso, non ostante io abbia studiato a Roma per 4 anni .. non ho mai saputo di questa festa per la befana e quindi mi sono persa tutto! E’ incredibile che non ne abbia mai saputo nulla e nemmeno le ragazze romane che studiavano con noi, ce ne hanno mai parlato!
    Sarà una scusa per tornare a Roma dopo tanti anni!
    Cosa ti è piaciuto di più?

    1. La parata è davvero emozionante, ma direi un pò tutto il contesto.
      Piazza San Pietro poi è un palcoscenico d’eccezione! 🙂

  2. Ma a Roma si festeggia da qualche parte “il battesimo di Gesù?” C’è una mia amica pugliese che ogni tanto ci va nel suo paese e mi manda delle foto da paura 🙂

  3. Quest’anno sono stata al corteo in San Pietro. Era da tanto che volevo esserci. Come al solito mi sento bene a San Pietro e c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire

  4. Per me, la befana a piazza Navona è un classico. I bimbi ne sono felicissimi, nonostante la folla che, con il passare degli anni, tollero sempre meno. Ma per la befana ne vale la pena! 😃

    1. Ciao Daniela, io sto ancora valutando il da farsi ma sceglierò uno di questi eventi! L’Epifania è una delle mie feste preferite!

  5. Nonostante i miei tre anni vissuti a Roma, la parata non l’ho mai vista mannaggia! Secondo me questo tipo di eventi dovrebbero avere maggiore risalto nella città eterna: si limitano sempre e solo ai mercatini di Piazza Navona. Per carità, splendidi, ma la città ha così tanto da offrire anche quel giorno!

    1. Quante iniziative interessanti ci sono a Roma in occasione dell’Epifania! Peccato abitare così lontano dalla capitale, se no mi sarebbe proprio piaciuto concedermi una vacanzina romana in questi giorni!

Rispondi